RUDAS

Rowland Universal Dementia Assessment Scale (RUDAS)

Nell’ambito dell’Immidem Study Group, il Centro per il Trattamento e lo Studio dei Disturbi Cognitivi dell’Ospedale Luigi Sacco sta lavorando alla selezione degli strumenti più idonei da utilizzare, ovvero meno influenzati dagli aspetti culturali (etnia, lingua, scolarità, alfabetizzazione), per l’inquadramento diagnostico dei migranti con disturbi cognitivi. La Rowland Universal Dementia Assessment Scale (RUDAS) è una sottoprova di screening contenuta all’interno della versione europea del Cross-Cultural Neuropsychological Test Battery (CNTB), volta a misurare il funzionamento cognitivo generale, ed ha dimostrato di possedere alcuni vantaggi rispetto agli altri test di screening cognitivo comunemente utilizzati, tra i quali la minore necessità di un adattamento linguistico e culturale e la inferiore variabilità di prestazione al test in presenza di differenti gradi di istruzione dei pazienti.

Il Centro per il Trattamento e lo Studio dei Disturbi Cognitivi dell’Ospedale Luigi Sacco ha quindi tradotto e validato la versione inglese della RUDAS sviluppata dal Danish Dementia Research Centre (DDRC) e l’ha resa disponibile in questa pagina per il download in formato pdf insieme alla Guida alla somministrazione e alla valutazione.

Rowland Universal Dementia Assessment Scale (RUDAS)
Guida alla somministrazione della RUDAS

Adattamento e traduzione della RUDAS in lingua italiana: un approfondimento

A partire dalla necessità di adattare le modalità di somministrazione dei test cognitivi per rispondere alle specificità linguistiche e culturali dei pazienti migranti, Ilaria Cova e Giorgia Maestri (Unità Operativa di Neurologia, Ospedale Luigi Sacco, Milano) ripercorrono il complesso processo di adattamento e traduzione della RUDAS in lingua italiana da parte del gruppo di lavoro dell’Ospedale Sacco, che ha coinvolto traduttori bilingue e professionisti della salute per garantire la validità e l'affidabilità dei risultati. La valutazione neuropsicologica cross-culturale presenta infatti sfide uniche: dalla barriera linguistica alle variabili come scolarizzazione, familiarità con gli item proposti e frequenza d’uso delle immagini e delle parole proposte nei test cognitivi.

L'importanza di poter disporre di test appositamente creati per essere sensibili alle diverse culture è quindi cruciale: la RUDAS ne è un esempio, essendo stata sviluppata con il coinvolgimento di gruppi sia di professionisti della salute che culturali, al fine di essere adatta ai molteplici contesti di provenienza dei pazienti.

Lascia un commento

Puoi scriverci un messaggio per richiedere ulteriori informazioni sulla RUDAS o per commentarne l'utilizzo compilando il form qui sotto. In base al tipo di commento, sarà nostra cura indirizzarlo a chi meglio potrà fornirti un riscontro e farlo nel più breve tempo possibile.

Blank Form (#2)